-Legge 104 del ‘92

Il progetto di integrazione per studenti certificati ai sensi della legge104 del ‘92 inizia l’ultimo anno di scuola media e procede per tutto il periodo della scuola superiore: continuità con la Scuola Media, procedure post iscrizione, avvio anno scolastico, elaborazione documenti per l’integrazione, spazi, percorsi misti, visite d’istruzione, orientamento universitario.

 CONTINUITA’ CON LA SCUOLA MEDIA

Gli studenti di scuola media inferiore, che desiderano iscriversi presso l’ISS Corni, insieme ai docenti che li hanno seguiti nel loro percorso scolastico e alle famiglie, durante l’ultimo anno delle scuole medie possono prendere contatto con il nostro Istituto in modo da poter visionarne l’organizzazione.

Si organizzano incontri con Dirigente Scolastico e Funzioni Strumentali al POF per l’integrazione per predisporre insieme alla Scuola Media i progetti di accoglienza.

 

PROCEDURE POST ISCRI ZIONE

Dopo l’iscrizione, con la collaborazione del GLH, della famiglia e degli operatori AUSL la funzione strumentale al POF per l’integrazione provvedere a raccogliere le informazioni utili alla richiesta ai Comuni di residenza degli studenti certificati del personale educativo e/o dei tutor da impiegare nei processi di integrazione scolastica. Nell’occasione vengono decise, solo per i ragazzi certificati in base alla legge 104/’92, anche le richieste del docente di sostegno da indirizzare all’Ufficio Scolastico Provinciale settore integrazione scolastica.

AVVIO ANNO SCOLASTICO

Ad inizio anno scolastico il docente di sostegno e il docente tutor del Consiglio di classe, una volta esaminata la documentazione dell’alunno certificato, prendono contatto con il referente AUSL e la famiglia dello studente al fine di raccogliere informazioni utili per l’elaborazione del progetto di integrazione.

Successivamente il Consiglio di Classe si riunisce per definire le modalità inclusive per lo studente stesso. A tale incontro saranno invitati la famiglia, il referente AUSL, PEA e eventuali altre risorse umane coinvolte nel progetto di vita dell’alunno. In questa occasione sarà anche condiviso l’eventuale piano di intervento del Tutor Comunale.

 

ELABORAZIONE DOCUMENTI PER L’INTEGRAZIONE

Vengono svolti come previsto da Accordi di Programma Distrettuali e Provinciali incontri con AUSL e famiglia dello studente.

Gli operatori AUSL insieme al Consiglio di classe, tutor/PEA, la famiglia dello studente redigeranno entro il mese di Dicembre per ciascun allievo certificato:

  • Profilo Dinamico Funzionale (P.D.F.), solo il primo anno di scuola superiore;
  • Piano Educativo Individualizzato (P.E.I.) con allegate le programmazioni didattiche individualizzate di ciascuna disciplina.

 

 Al temine dell’anno scolastico per gli alunni di tutte le classi verranno stilati:

  • verifica del Profilo Dinamico Funzionale;
  • verifica del Piano Educativo Individualizzato;
  • relazione finale da allegare al verbale dello scrutinio finale.

 

SPAZI

Gli alunni certificati possono accedere a tutti gli ambienti della scuola e partecipare alle esercitazioni pratiche.

Nel caso in cui particolari condizioni fisiche non lo consentissero, i docenti curricolari in collaborazione con l’insegnante di sostegno si adopereranno al fine di ricercare le strategie opportune per permettere all’alunno la partecipazione alle attività proposte.

 

VISITE D’ISTRUZIONE

Per garantire il diritto alla partecipazione dell’alunno diversamente abile, la scuola deve attivare tutte le misure necessarie per renderla possibile ed agevole, anche mediante l’accompagnamento di un membro della comunità extra-scolastica.

Nel caso di partecipazione alle gite scolastiche di uno o più alunni portatori di handicap l’accompagnatore non deve essere necessariamente l’insegnante di sostegno, ma può essere un qualunque membro della comunità scolastica (docenti, personale ausiliario, familiari, studenti). A tale proposito si riporta quanto indicato nella C.M. 291/92, art. 8 comma 2: “si demanda alla ponderata valutazione dei competenti organi collegiali di provvedere, in via prioritaria, alla designazione di un qualificato accompagnatore nonché di predisporre ogni altra misura di sostegno”.

 

Percorsi misti

Al fine di favorire il successo del percorso di istruzione/formazione è possibile prevedere l’attuazione di percorsi misti (scuola-lavoro e scuola-centri diurni). Tali progetti sono parte integrante del P.E.I. e vedono coinvolti tutti i soggetti che partecipano alla sua pianificazione, compreso il diversamente abile e la sua famiglia. Secondo le nuove direttive tali percorsi saranno attivati alla fine della classe 4a. Qualora si ravvisi la possibilità di attivare tali percorsi, la scuola si adopererà per proporre un percorso scolastico che consenta all’alunno di acquisire le competenze necessarie già durante i primi anni scolastici.

 

Orientamento UNIVERSITARIO

L’Istituzione Scolastica si impegna a promuovere specifiche azioni di orientamento pre-universitario ed incontri con il docente Referente Accogliente per la disabilità dell’Università.